Minacce native del cloud: come impostare un’architettura SASE di successo

Minacce native del cloud: come impostare un’architettura SASE di successo

Per garantire continuità di business durante la crisi pandemica, molte organizzazioni sono state costrette a remotizzare la forza lavoro in un arco di tempo molto breve, e ad accelerare drasticamente i progetti di migrazione al cloud.

I servizi cloud, che sono di supporto alle organizzazioni, costituiscono però anche un meccanismo consolidato utilizzato dagli attaccanti per distribuire malware e pagine di phishing, ed ospitare infrastrutture di comando e controllo.

E’ sempre più evidente l’importanza della sicurezza e di infrastrutture di rete che devono essere più integrate. Le aziende hanno bisogno di velocità, visibilità, sicurezza ed affidabilità senza compromessi.

Giovedì 4 febbraio partecipa a “Minacce native del cloud: come impostare un’architettura SASE di successo“, l’evento di Cyber – Bee con Netskope.

Scopriremo Secure Access Service Edge, meglio noto come SASE. E vedremo insieme:

  • Le esigenze ed i problemi che un modello SASE può risolvere per le imprese di oggi
  • I passi necessari per un cammino sicuro di migrazione al cloud.
  • I cloud-native threat, ovvero le nuove minacce che vedono il cloud come un vettore di attacco (ad esempio cloudphishing cloud C2, o utilizzo del traffico cloud a fini di evasione).

Per partecipare o per avere maggiori informazioni scrivere a marketing@r1spa.it

  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • LinkedIn